La leggerezza della giovinezza, di quel periodo della vita in cui tutto conta e niente conta davvero, l’età degli amori folli, di notti passate fuori di nascosto dai genitori, di giornate al mare in estate, di mattine passate a scuola in cui bastava uno sguardo per ridere. Ma anche di litigi, di separazioni, di amicizie intense che iniziano e finiscono, di illusioni e delusioni.

Quest’altalena quasi violenta di emozioni e l’assenza delle esigenze sofisticate e sovradimensionate dell’età adulta lo rende probabilmente il periodo più bello di tutta la vita.